800 66 15 66 (rete fissa) 075 78 24 157 (rete mobile)

Attivi dal lunedì al venerdì dalle ore 09,00 alle ore 18,00, escluso le festività nazionali

Miniere in disuso diventano generatori di energia tramite batterie a gravità

La società scozzese Gravitricity sta ridando vita alle vecchie miniere abbandonate trasformandole in generatori di energia. Questo, perlomeno, è il progetto della startup che ha appena ricevuto una sovvenzione di 650.000 sterline da Innovate UK per realizzare il primo impianto pilota.

L’idea è di utilizzare vecchi pozzi minerari per costruire un sistema di stoccaggio energetico bastato su giganteschi pesi alzandoli e abbassandoli per immagazzinare energia. È lo stesso principio usato per far funzionare gli orologi a pendolo, ma utilizzando un peso di 3000 tonnellate sospeso in un pozzo tramite cavi attaccati a verricelli, permetterebbe appunto di stoccare un’energia abbondante.

Secondo l’amministratore delegato di Gravitricity, Charlie Blair:
“Questo peso può essere rilasciato quando richiesto – in meno di un secondo – e i verricelli diventano generatori, producendo rapidamente una grande quantità di elettricità o rilasciandola più lentamente a seconda di ciò che è necessario” . Il sistema può essere configurato per ottenere una potenza di picco tra 1 e 20 MW, con una vita stimata di 50 anni e un’efficienza che si attesta fra l’80 e il 90%.

Un’idea per sfruttare luoghi in disuso trasformandoli in fonti di energia: attendiamo l’impianto pilota!

2018-04-30T16:20:24+00:00maggio 3rd, 2018|Innovazione, Senza categoria|