Il legno si sta affermando in tutto il mondo tra le nuove tecniche di costruzione che ne migliorano sempre più le prestazioni
 
Sostenibile, resistente, flessibile e buon isolante termico: il legno torna di moda e modifica l’estetica delle città dominate da colate di cemento. Insieme agli interventi di efficienza energetica e all’impiego delle rinnovabili, questo materiale si afferma sempre più nel panorama dell’edilizia italiana e internazionale. Il legno è sempre più protagonista di innovative soluzioni tecniche ed estetiche, un vero e proprio oggetto di studi ormai per testare nuove tecniche di lavorazione che ne migliorino le prestazioni. Vediamo nello specifico il suo impiego nella bioedilizia mondiale.
 
Italia – A Jesolo sorgerà il Cross Lam Tower, un edificio di 12 piani che ospiterà 24 appartamenti e che permetterà un risparmio energetico del 45-50 per cento. I cantieri apriranno in questo mese e l’inaugurazione sarà prevista per l’estate 2019 e l’investimento complessivo è di circa 10 milioni.
 
Giappone –  A Tokyo, una società giapponese specializzata proprio nel settore del legno, ha progettato il grattacielo  con la struttura lignea più alta al modo. Il materiale è un ibrido tra acciaio e legno, ma la sostenibilità sarà del 90 per cento. Il W350, così è stato chiamato, vedrà la luce nel 2041 e avrà ben 70 piani per 350 metri di altezza. Le facciate ospiteranno terrazzamenti alberati in pieno stile Bosco verticale, l’edificio milanese a firma Stefano Boeri. I Costi sono da capogiro: circa 600 miliardi di yen 4,5 miliardi di euro.
 
Francia – Proprio Stefano Boeri Architetti progetterà a Parigi  la Forêt Blanche, una torre di 54 metri di altezza interamente in legno. Sorgerà nel Municipio di Villiers sur Marne e sarà caratterizzata dalla presenza di più di 2mila alberi e piante. Tale edificio non è una costruzione isolata, ma rientra un progetto ben più ampio: sotto la guida dalla sindaca Anne Hidalgo, Parigi punta a diminuire le sue emissioni inquinanti con obiettivi fino a 2021 in particolare attraverso il fiorire di innumerevoli edifici in legno. Un esempio è la Tour Wood’up, situato sulle rive della Senna, nel cuore del nuovo quartiere Massena-Bruneseau: 50 metri di altezza e 17 piani con bene 105 appartamenti e uno spazio comune all’ottavo piano.
 

La bioedilizia si afferma sempre di più nel panorama internazionale e siamo felici che anche in Italia stia prendendo piede: più legno meno cemento allora, un ottimo suggerimento per chi deve iniziare una nuova costruzione